Nature

Series of

Il progetto fotografico “I volti del teatro italiano” nasce a settembre 2016 dal desiderio di creare una memoria storica dei volti più importanti del teatro di questo periodo. Autore del progetto è Max Cardelli, fotografo che ha collaborato e collabora con molte testate italiane e straniere e ha all'attivo diverse pubblicazioni. La particolarità dell’iniziativa è di voler cogliere uno dei momenti più forti della vita teatrale, quello in cui, appena usciti di scena, gli attori sono ancora segnati, fisicamente e interiormente, dal percorso appena compiuto di fronte al pubblico.  Il personaggio in carne e ossa lentamente e faticosamente torna a essere uomo. L’uomo lascia da qualche parte del suo corpo, della sua anima, dei suoi sensi, tutto quello che è stato sino a qualche minuto prima. Il volto è ancora vissuto dalle presenze che ha portato sulla scena, ma al contempo è segnato dalla fatica e dal sudore della recitazione e lascia emergere la tristezza dell’abbandono. Attraversati dalle contraddizioni più violente e delicate, segnati ogni sera da questo passaggio, da questa compresenza attore/uomo, attrice/donna, i volti degli attori si fanno portatori di un’intensità unica e straordinaria. Lì, in quei brevi istanti, è come se si andasse condensando tutto il mistero e il miracolo del teatro. Da qui l’idea di ricercare e fissare in un’immagine questo momento così ricco di arte, umanità e verità.  Gli attori vengono invitati, subito dopo la replica, su un set allestito in prossimità del loro camerino, dove vengono effettuati i ritratti. Tra questi scatti, Max sceglie poi la fotografia che ritiene più rappresentativa e aderente alla persona. Le immagini sono in bianco e nero. Al momento sono stati fotografati 110 attori e, tra gli altri, figurano nomi quali Ottavia Piccolo, Lella Costa, Marco Baliani, Elio De Capitani, Pippo Delbono, Glauco Mauri, Massimo De Francovich, Fabrizio Gifuni, Massimo Popolizio, Paolo Pierobon, Umberto Orsini, Roberto Herlitzka, Laura Marinoni, Fausto Russo Alesi, Franco Branciaroli, Sandro Lombardi, Gigio Alberti, Ferdinando Bruni, Marina Rocco, Filippo Timi, Sonia Bergamasco. Di tutto il lavoro, la cui conclusione è prevista per l’inizio del 2018, si vuole realizzare un libro e una mostra costruendo una galleria di volti del teatro italiano contemporaneo, che sia anche testimonianza dell’eccezionalità artistica della nostra epoca riguardo a un’arte, quella teatrale, così unica e importante. Le immagini non verranno pubblicate su nessun altro supporto, cartaceo o digitale, prima del compimento della ricerca.